Category

In Padella

Category

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Ecco un altro piatto preparato per voi da Ale.
Forse molti di voi non hanno mai cucinato le cicale di mare o canocchie , ritenendole un ingrediente complesso o difficile da trattare.
Molti di voi non sanno che sanno di mare e conferiscono al piatto un gusto dolciastro eccezionale.
Una volta provate non le lascerete più. Provare per credere.
La vera verità è che non sono così agevoli da pulire come gamberi o scampi, non riuscirete a servire dei filetti perfetti nei vostri piatti.
Tempo fa su Gambero Rosso Channel il super chef Antonino Cannavacciuolo suggeriva di congelarle, prima di pulirle, in modo tale che si riuscissero a ricavare dei filetti perfettamente integri.
Noi, che proponiamo una cucina più casalinga, preferiamo lasciarle nel carapace in modo tale che poi a tavola, ci si possa sporcare un pò le mani (e ungersi fino ai gomiti) per aprirle e succhiarne la polpa.
Ah se vi piaceranno! Se state andando a fare la spesa, date un’occhiata al banco del pesce.
Chiedete consiglio al pescivendolo, devono essere freschissime!
Non le dimenticherete!

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

La ricetta che vi propongo oggi è un’ Insalata di Quinoa, broccoli e Zenzero.
La quinoa bianca, pseudo-cereale originario del Sud America, ha un chicco nutriente e molto digeribile.
E’ indicata per chi abbia deciso di adottare una dieta a base vegetale, ma tolleri poco i legumi, perchè ha un apporto proteico pari al 14%, contiene calcio, in quantità superiore al latte e lisina, un amminoacido essenziale, carente negli altri cereali.
E’ adatta all’alimentazione di tutti, bambini compresi ed è adatta anche in stati carenziali o di convalescenza.
Poichè la zona di produzione è lontana dall’Italia, vi consiglio di inserirla nella rotazione con altri cereali senza abusarne.
E’ un prodotto eccezionale e i vantaggi nutrizionali che apporta sono, assolutamente da sfruttare.
Peraltro, è totalmente priva di glutine, per cui adatta anche per i celiaci che vogliano variare la loro dieta.
Si utilizza come il riso, tostata in padella e poi cotta con un pò di brodo o lessata.
E’ versatile e si presta a molte preparazioni.
La mia insalata è semplice e buona, un piatto unico per tutta la famiglia!

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Oggi vi proponiamo un primo semplice e veloce che vi stupirà.
E’ una creazione di Ale, maestro nei primi di pesce e nei risotti!
Al mercato c’erano delle triglie piccole e freschissime del Mar Adriatico (ricordatevi di comprare sempre, per quanto possibile, pesce locale) e abbiamo deciso di preparare una pasta veloce per questa sera.
Le triglie, i naselli, le acciughe rientrano tra i nostri pesci preferiti, soprattutto se vengono dai nostri mari.
Hanno il vantaggio di essere in cima alla catena alimentare e dovrebbero essere meno inquinati di grossi pesci che rimangono nei mari, ad assorbire l’inquinamento, per anni!
Abbiamo comprato le triglie intere, private delle interiora, e ne abbiato ricavato dei filetti che abbiamo messo da parte.
Con le teste e lische abbiamo preparato un pò di fumetto, o brodo di pesce, che abbiamo utilizzato per risottare la pasta e dare più sapore mentre i filetti sono stati scottati in padella con un filo d’olio dalla parte della pelle.
Sono vittima di troppo entusiasmo, vi sto già svelando la ricetta!
Vediamo gli ingredienti e mettiamoci al lavoro.

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Ecco il primo che abbiamo deciso di proporvi per la vostra romanticissima cena di San Valentino.
Sono dei rigatoni giganti (o ribattezzati da Ale: Paccheri Rigati), con un sughetto espresso di calamari.
La preparazione è piuttosto veloce ma il risultato sarà sorprendente.
Anche questa è una creazione di Ale, che è davvero bravissimo nelle preparazioni a base di pesce, per cui merita un sacco di complimenti!
Anche questa portata è impiattata nello stesso piatto, così potrete continuare a mangiare vicini ;).
Guardate il video, seguite la ricetta e non potrete sbagliare!
E se voi e la vostra dolce metà sarete contenti, lo saremo anche noi , per aver reso la vostra serata un pò più speciale!
Buon San Valentino!!

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Abbiamo deciso di proporvi delle ricette speciali per la cena di San Valentino, per stupire la vostra dolce metà o semplicemente per coccolarvi nella serata più romantica dell’anno!
Ale si è superato nella preparazione di questo antipasto (guardate il video), un guazzetto con cozze e gamberi al profumo di zenzero.
E’ un piatto delicato e profumato, bello da vedere e soprattutto da mangiare.
Siamo sicuri che vi conquisterà e vi farà sicuramente fare colpo!
Servitelo in un’unica ciotola con 2 paia di bacchette e mangiatelo vicini 😉
Fateci sapere se vi è piaciuto!
Buon San Valentino!!

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Proseguendo con le mie ricette a base vegetale, oggi vi propongo un cous cous con verdure croccanti e ceci.
E’ un piatto unico, gustoso e bilanciato, adatto proprio a tutti!
Non è velocissimo da preparare ma vi assicuro che il risultato vale il tempo impiegato.
Un trucchetto: se quando tornate dal lavoro avete poco tempo per cucinare, potete prepararvi la verdura già tagliata a cubetti la sera prima (io faccio spesso così), conservata in un contenitore con chiusura ermetica o in un sacchettino ad uso alimentare in frigorifero.
Quando tornerete in un attimo avrete la cena pronta.
Preparate in anticipo anche i ceci, basterà metterli in ammollo per 12 ore (la mattina quando vi svegliate), in una pentola di coccio coperti di acqua (devono essercene almeno due dita sopra i ceci) quando tornate a casa la sera e li fate cuocere per tre ore.
Scolateli e conservateli in frigorifero coperti.
Per quanto riguarda la caponata di verdure potete trovare nella ricetta Filetti di sgombro sott’olio e caponatina di verdure il video con tutti i passaggi.
Iniziamo?

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Il nome completo di questa ricetta sarebbe brodetto di pesce alla Gi’, laddove Gi’ sta per Gino, diminutivo di Luigi, mio padre.
Quindi per questa ricetta abbiamo chiesto l’aiuto di mio papà abruzzese di nascita, di Giulianova per l’esattezza, che ha imparato a preparare questo brodetto da sua mamma, nonchè mia nonna, donna straordinaria ed ottima cuoca.
E’ un piatto abbastanza costoso, riservato ad eventi speciali, noi, infatti, l’abbiamo mangiato la vigilia di Natale.
Se avete un pescivendolo di fiducia che vi pulisca il pesce la preparazione è piuttosto rapida.
Tutto sta nel riuscire a procurarvi degli ingredienti di primissima scelta, pesce freschissimo e pomodori saporiti.
Mio padre mi ha spiegato che ne esistono due versioni: con spine, come quello che abbiamo preparato noi, (quindi utilizzando pesci con lische) o senza spine (utilizzando prevalentemente crostacei e conchigliame).
Devo dire che quello preparato a Milano non è buono come quello che prepariamo giù, ma a questo non c’è un rimedio solo decidere di andare a vivere al mare!
Ecco la ricetta!

INTRODUZIONE ALLA RICETTA

Come prima ricetta dei primi piatti per il Menù di Natale abbiamo pensato ad una ricetta con ingredienti poveri, ma dal gusto eccezionale.
È una ricetta semplice adatta anche a chi non ha grande dimestichezza ai fornelli, il costo poi non è elevato per cui è davvero una ricetta per tutti!
E poi non dite che non vi pensiamo!
Ci sono moltissime versioni di pasta con le alici, noi abbiamo scelto una delle più semplici: pangrattato, alici, prezzemolo, scorza di limone e peperoncino.
Come sempre, visto che gli ingredienti sono pochi, è bene scegliere delle materie prime di ottima scelta, in modo tale poter ottenere un risultato delizioso.
Mancano pochi giorni a Natale, provate subito il vostro primo piatto!